Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Formetric

La scorretta distribuzione dei carichi sulla nostra colonna vertebrale è la principale causa dei problemi articolari e delle patologie legate al generico mal di schiena.
Per questo è importante definire e monitorare nel tempo in modo sistematico e scientificamente ripetibile i valori delle curve sagittali nei soggetti (in particolare nell’età evolutiva ma non solo) sintomatici e non, per poter stabilire un corretto intervento basato su una terapia posturale correttiva per evitare prima di tutto lo stabilizzarsi di tali alterazioni strutturali.

Le curve fisiologiche della colonna vertebrale sono normalmente valutate attraverso l’uso di radiografie e l’utilizzo quindi di raggi X. Il sistema formetric è fondamentalmente un rilevamento ottico della superficie della colonna vertebrale.

Come funziona il formetric?

L’apparecchio Formetric/spinometro utilizza bande luminose proiettate sul dorso del paziente che vengono poi elaborate da un software dedicato. Tale elaborazione fornisce una serie di parametri riguardanti la postura del soggetto, le curve sul piano frontale (scoliosi) e sul piano laterale (cifosi e lordosi).
Essendo un esame non invasivo potrà essere ripetuto nel tempo per valutare l’evoluzione delle curve stesse e l’appropriatezza delle eventuali terapie posturali effettuate.

La tecnica utilizzata per tale rilevamento si basa sul principio delle proiezioni di linee, definita anche video-raster-stereografia o topometria a proiezione di bande che comprende una serie di tecniche ottiche di misurazione che si servono di immagini o sequenze di immagini per il rilevamento tridimensionale di superfici.
L’obiettivo della analisi morfologica della colonna vertebrale è quello di ricavare dalla morfologia della superficie parametri clinicamente rilevanti ed eventualmente rapportarli ad altri reperti come ad esempio le lastre radiografiche.

In genere le scoliosi e le cifosi idiopatiche vengono controllate radiograficamente su indicazione dello specialista almeno 2 volte l’anno.
Questo comporta una notevole esposizione a radiazioni e un rischio significativamente più elevato che possa insorgere patologie tumorali in pazienti affetti da scoliosi idiopatica che si siano sottoposti per lunghi periodi a controlli radiografici.
Pertanto l’impiego di sistemi a rilevazione ottica come il formetric può ridurre drasticamente l’esposizione dei pazienti alle radiazioni pur non sostituendo le radiografie tradizionali.

La tecnica video-raster-stereografica consente il rilevamento tridimensionale della morfologia della colonna vertebrale e quindi della sua postura. Grazie all’abolizione dell’esposizione dei raggi x e alla documentabilità, può essere impiegata come punto di raccordo tra l’esame clinico e la tecnica di indagine di tipo tradizionale.
Va anche considerato poi che tale tecnica è adatta anche per i controlli in corso di trattamento per una diagnosi posturale precisa.

In quali casi è utile?

Il Formetric è ottimale nel monitoraggio di

  • Ipo/iperlordosi
  • Ipo/ipercifosi
  • Ipercifosi da Morbo di Sheuermann
  • Dorso curvo adolescenziale
  • Rachialgie
  • Scoliosi cervico-dorsale e dorso-lombare
  • Cervico-dorso-Lombalgie
  • Lombosciatalgie
  • Protrusioni ed ernie discali
Il nostro staff è in continuo aggiornamento e saprà consigliarti il percorso posturale più adatto

 
FisioPalestra e Medical Fitness
SCOPRI i servizi FISIOpoint
SCOPRI i servizi FISIOpoint