Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La Fisioterapia per la Caviglia

prenota una visita
 

Fisioterapia, Riabilitazione, Roma, ernia del disco, dolore, spalla, ginocchio, caviglia, cervicalgia, lombalgia, tecarterapia, Idrokinesi

La caviglia, anche detta articolazione tibio-tarsica, è l’articolazione che mette in rapporto la gamba con il piede. Le ossa che concorrono a formarla son tre: tibia, perone (fibula) e astragalo.

Osservando l’articolazione possiamo notare due prominenze, una interna e una esterna: i malleoli, mediale e laterale rispettivamente appartenenti a tibia e perone. Essi sono in rapporto con l’astragalo, osso facente parte del tarso, un gruppo di sette ossa brevi sulle quali viene scaricata la maggior parte del peso in posizione eretta.

L’unione e la stabilizzazione dell’articolazione tibio-tarsica è dovuta a

  • legamento deltoideo
  • legamento peroneoastragalico anteriore
  • legamento peroneoastragalico posteriore
  • legamento fibulocalcaneare

La caviglia consente movimenti di flessoestensione del piede, ma non quelli di rotazione. Per la sua peculiarità la maggior parte degli infortuni a suo carico avvengono sotto forma di distorsione.

PATOLOGIE PIÙ FREQUENTI DELLA CAVIGLIA

Distorsioni

La distorsione della caviglia è il trauma più frequente a carico di questa articolazione. Durante la distorsione vi è una perdita momentanea e parziale dei rapporti tra i capi articolari che formano l’articolazione della caviglia. I casi più frequenti di distorsione interessano il compartimento legamentoso esterno che si trova a sopportare un’improvvisa iperestensione. Per il tipo e l’intensità del danno ai legamenti si distinguono le distorsioni in tre gradi: partire dal primo, dove i legamenti vengono stirati ma non danneggiati, fino ad arrivare al terzo, dove vi è una rottura completa dei legamenti. Il primo sintomo avvertito è il dolore, accentuato e sensibile durante la palpazione, seguito quasi sempre da versamento, tumefazione e da una limitazione funzionale dell’articolazione.

Artrosi

L’artrosi è un processo degenerativo a carico delle cartilagini che rivestono le superfici articolari, che porta alla creazione di attriti tra di esse. Può essere di origine traumatica, a seguito di lesioni come i traumi di tipo distorsivo, ma per lo più la causa primaria è il semplice invecchiamento dei tessuti. Ricordiamo che la caviglia sopporta il carico di tutto il corpo durante la maggior parte della giornata e per la maggior parte delle azioni di base. La sintomatologia può essere rappresentata da disturbi funzionali della caviglia, sensazioni di rigidità e dolore localizzato.

Osteocondriti

Sono patologie a carico delle ossa e delle cartilagini. Riguardano per lo più l’età evolutiva con frequenti alterazioni delle cartilagini di accrescimento. Non vi è un’attribuzione di causa ben definita, ma la letteratura comprova il fatto che la patologia è spesso di origine traumatica.Fisioterapia, Riabilitazione, Roma, ernia del disco, dolore, spalla, ginocchio, caviglia, cervicalgia, lombalgia, tecarterapia, Idrokinesi, Pro Kin

Spesso il sintomo avvertito è il dolore, ma questo varia a seconda della persona, dell’ubicazione della suddetta patologia (sono note diverse varianti di osteocondriti per diversi segmenti scheletrici), e dall’importanza della malformazione acquisita. Per quanto riguarda la caviglia possiamo menzionare l’osteocondrite dissecante, che comporta in età evolutiva una separazione tra osso e tessuto osteocartilagineo, con conseguente blocco articolare. Viene solitamente classificata in quattro fasi evolutive, che vanno dalla prima, che prevede una lieve malformazione, fino alla quarta, dove vi è la dislocazione del frammento osseo. È nota a livello della caviglia un’altra forma di osteocondrite: la cosiddetta malattia di Kohler I° che colpisce lo scafoide del tarso.

Impingement

L’impingement è l’attrito che si crea tra due strutture fibrose o tra una ossea e una fibrosa. Quasi sempre l’impingement della caviglia ha origine per via traumatica. I tessuti possono trovarsi in contrasto in diversi punti della caviglia, data la complessità dell’articolazione. L’impingement viene distinto a seconda della zona:

  • impingement anteriore (riscontrabile in flessione dorsale)
  • impingement posteriore (flessione plantare)
  • impingement laterale (che può derivare da un’artrosi calcaneare)

La sintomatologia riscontrata è rappresentata da dolori localizzati e disturbi funzionali. È consigliato eseguire esami diagnostici specialistici come una radiografia, per valutare la situazione ossea e cartilaginea, e una risonanza magnetica.

Trattamento Fisioterapico per la caviglia

In ogni caso è necessario fare una appropriata fisioterapia alla caviglia.

Il primo obiettivo è quello di eliminare rapidamente il dolore e l’infiammazione alla caviglia, con terapie strumentali di ultima generazione come la Tecarterapia, che aumenta il flusso sanguigno facendo un ricambio cellulare e scaldando in profondità il muscolo; come il Laser yag ad alta potenza, che riesce a penetrare in profondità riducendo l’infiammazione e il dolore; o come la SIT therapy che superando le protezioni dei nostri tessuti veicola farmaci o fitocomposti naturali con azione antinfiammatoria e antidolorifica.

Idrokinesi,Dolore al ginocchio, Fisioterapia, Riabilitazione, Tecarterapia, Laser YAG, Ginnastica PosturaleQueste, e altre terapie come lo Scenar o l’Ipertermia, togliendo il dolore e l’infiammazione, consentono ai nostri fisioterapisti esperti di recuperare gradualmente e in modo corretto la completa mobilità della caviglia. Siamo in grado di valutare accuratamente con dei macchinari computerizzati sofisticatissimi tipo la Pro-kin, le limitazioni e i dolori per impostare la migliore riabilitazione della caviglia quantificando i miglioramenti nel tempo e curando soprattutto la propriocezione, oggi fondamentale nel recupero di una caviglia operata, lesionata o semplicemente infiammata.

Per avere risultati più rapidi e in maniera ottimale associamo, sempre nella stessa seduta, l’Idrokinesiterapia. La riabilitazione in acqua ci consente di muovere più facilmente e in totale sicurezza la caviglia. Viene effettuata in un’apposita piscina con acqua calda, attrezzature specifiche, idromassaggi e cascate per la cervicale.

Non trattare subito e bene anche una banale distorsione alla caviglia può innescare dei compensi che modificano la nostra postura o dei processi degenerativi importanti che possono portare forti infiammazioni, aumento importante del dolore e in alcuni casi a rotture di tendini e legamenti.